domenica 27 maggio 2012

Salirò su una locomotiva a vapore







Salirò su

una locomotiva

a vapore,

prendendo

il carbone

con la pala

per farla

procedere

con velocità

e con ardore.

Forse giungerò

quando

tutto è finito,

ma volerò

veloce,

veloce,

e il viso

sarà diventato

tutto nero

dal fumo.

E, forse,

scoprirò

che non

è stato

un sogno,

ma è stata

realtà.

8 commenti:

  1. Ciao Lui bella poesia,
    su queste locomotive salivi bianco e scendevi nero,
    buona settimana.

    RispondiElimina
  2. Cara Luigina
    che stupenda poesia . E che bello fare un viaggio con la fantasia. ll sogno è un diritto, un dovere, ed è un lusso nel senso che chi non sogna è il più povero degli uomini é una ricchezza che nessuno ci può togliere..Noi esseri umani e l'unica cosa che ci rimane è viaggiare con la fantasia,perchè questo ci aiuta a restare vivi
    Buona notte Lina

    RispondiElimina
  3. Lui...salirò...salirò....
    bella poesia e anche attimi vivi di vecchi ricordi

    RispondiElimina
  4. buon viaggio sulle ruote della fantasia,buona giornata

    RispondiElimina
  5. Come avrei voluto sul serio farlo io quel movimento da bambino, quando dalle mie parti c'erano ancora locomotive a vapore dei treni francesi o italiane per la manovre in stazione!

    RispondiElimina
  6. Un bellissimo sogno che si avvera Luigina!

    Un carissimo saluto cara amica!

    “Nella vita occorre avere coraggio…il coraggio di fiori che, pur tra sassi o neve o rocce, son riusciti a trovare la loro strada per aprirsi al sole e a noi donare la bellezza piena delle loro corolle, quasi sorrisi aperti al nostro sguardo, esempio della vita che, pur nelle difficoltà più grandi, non arretra e rinuncia…

    Occorre la forza di quei fiori che sfidano la pietra o la sabbia, e sono tanto simili a coloro che, pur stringendo i denti fra le rocce più aguzze, vanno avanti a tracciare anche per tutti noi la strada del coraggio…

    Simili a questi fiori sono i tanti “eroi quotidiani della vita” che nessun libro citerà col nome, né mai avranno altro monumento che il ricordo nei cuori di chi li ha conosciuti…”
    - ©Riflessi d’acqua -

    RispondiElimina
  7. Cara Luigina .
    E sempre un piacere ogni volta tornare da per leggere le tue bellissime poesia .
    Ti auguro una felice domenica Lina

    RispondiElimina
  8. Una lettura più immediata,che evoca i ricordi da bambino,quando qualche treno andava,credo,ancora a carbone.
    E una lettura più simbolica,alla ricerca di significati più profondi.

    RispondiElimina