venerdì 9 marzo 2012

Rosa canina


ROSA DI MACCHIA di Giovanni Pascoli

Rosa di macchia, che dall'irta rama

ridi non vista a quella montanina,

che stornellando passa e che ti chiama

rosa canina;

se sottil mano i fiori tuoi non coglie,

non ti dolere della tua fortuna:

le invidïate rose centofoglie

colgano a una

a una: al freddo sibilar del vento

che l'arse foglie a una a una stacca,

irto il rosaio dondolerà lento

senza una bacca;

ma tu di bacche brillerai nel lutto

del grigio inverno; al rifiorir dell'anno

i fiori nuovi a qualche vizzo frutto

sorrideranno:

e te, col tempo, stupirà cresciuta

quella che all'alba svolta già leggiera

col suo stornello, e risalirà muta,

forse, una sera.
(GIOVANNI PASCOLI)

PENSIERO PERSONALE

La natura ti ha donato
la semplicità e la freschezza,
con il candore che solo una
rosa può esprimere.
La tua presenza la immagino
in un bosco dove insieme ad
altre rose ti trasformi
in una macchia di un tenue colore,
e dove  una principessa dorme
da mille anni nascosta
dalle foglie e dai petali,
in attesa di un dolce bacio
di un principe.
La tua presenza la vedo
al centro della strada
vicino a casa,
e di questo sono felice.
Una rosa canina.





Da sogno di una notte di mezza estate, atto II, scena I

Conosco un tiglio dove il timo selvatico fiorisce,
crescon le margherite e reclinano il capo le viole,
coperto da un padiglione di fin troppo rigoglioso caprifoglio,
con dolci rose muschiate e roselline di macchia,
Colà, fra i fiori, Titania dorme talvolta di notte,
cullata da musiche e danze.

William Shakespeare



Rosa selvatica, rosa canina
rosa di macchia
Le foglie e, soprattutto i fiori in bocciolo o, se aperti, i petali, vanno essiccati all'ombra. Anche i cinorrodi colti dopo che i primi freddi ne hanno resa tenera la polpa.

Presenta olio essenziale, tannino, acido gallico, vitamine C e P. Molto usata come oftlamica, astringente, tonica, rimineralizzante.

Si usa come marmellata, infuso dei petali, decotto o vino dei frutti in caso di avitaminosi. Gargarismi con l'infuso per il mal di gola. Il succo estratto per sprimitura è un ottimo collirio.

8 commenti:

  1. Grazie cara Luigina di questo splendido post qui abbiamo tutto poesia fiori, tutto pronto per la primavera, buona serata amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. LUIGINA CIAO .
    Ma che bello questo post , diciamo che ancora più bello degli altri tra poesie e le immagini ci fa sognare una primavera che sta che sta arrivando .

    La ricetta della Rosa selvatica vorrei provarla . Non sono molto brava , ma se mi viene bene te lo farò sapere :-)
    BUONA NOTTE LINA

    RispondiElimina
  3. Cara Luigina .
    Guarda che da te io continuo ad entrare solo nel motore di ricerca. Anche riri non riesce ad entrare da te per che esce scritto :Profilo non disponibile
    Impossibile visualizzare il profilo Blogger richiesto.
    Vedi di risolvere il problema . Non per me ma per altre persone che non possono lasciarti un commento .
    Buona notte Lina

    RispondiElimina
  4. ciao...grazie LINA...ho capito il perchè non avevo configurato e salvato il profilo...
    grazie..buona giornata a tutti...luigina

    RispondiElimina
  5. Un incanto oltre ogni più rosea aspettativa!

    RispondiElimina
  6. Uno splendore sia i testi che le immagini!
    Grazie!!!

    RispondiElimina