venerdì 22 ottobre 2010

Brani da Chi ama torna sempre indietro di Guillaume Musso

BRANI DA CHI AMA TORNA SEMPRE INDIETRO DI GUILLAUME MUSSO


Se ci fosse concesso di tornare indietro nel tempo,
quale dolore, quale rimorso, quale rimpianto
vorremmo cancellare?
........................

Completamente fradicio, un ragazzo di nome
Elliot Cooper scende la scale di una fermata
della metropolitana. Ha diciannove anni e non
sa bene cosa fare nella vita. Da due mesi ha
interrotto gli studi per andarsene in giro per gli
Stati Uniti. Voleva vedere il Paese, riflettere
sul suo futuro e stare lontano dal padre, che
vive in California.


Nello stesso momento Ilea Cruz, una giovane
brasiliana di diciotto anni, sta tornando
dallo zoo del Bronx, dove è impegnata in uno
stage estivo che le permetterà di realizzare il
sogno della sua vita: occuparsi di animali. Con
grazia leggera attraversa la strada evitando le
pozzanghere e le auto, quindi scende nel metrò.
Ha il sorriso sulle labbra e il buonumore a
tracolla. (pag. 217)
................

Aprendo freneticamente ogni scatola e ogni faldone, cercò di dare un senso all'esperienza che stava vivendo da tre mesi. All'inizio aveva creduto ingenuamente di poter cambiare il destino e il destino invece lo aveva beffato. Perché bisognava pur arrendersi all'evidenza: il libero arbitrio, la capacità di determinare il proprio futuro, è solo un'illusione. La verità è che le nostre esigenze sono programmate e che è inutile opporsi a questa programmazione. certi eventi, tra cui l'ora della morte, sono inevitabili. Il futuro non si crea vivendo giorno per giorno. In sostanza la rotta è già segnata e non c'è altra soluzione che seguirla. Passato, presente e futuro costituiscono un unico blocco che risponde al nome orribile di fatalità.(pag. 242)

.....................................
MIO COMMENTO


Un libro che trascina dentro la storia, fa partecipare in modo attivo, ed essendo scorrevolessimo, si riesce a leggere in poco tempo (all'ospedale in attesa..).
Il racconto trasporta indietro nel tempo, in modo perfetto fa rivedere gli anni '70, confrontati con gli anni attuali, sembrano mondi diversi ma il fascino della vita è lo stesso. Le sensazioni e le emozioni viaggiano nel tempo e sono sempre le stesse, si susseguono rapide e colmano il cuore, nonostante gli anni siano differenti.

1 commento:

  1. Brani interessanti e riflessivi anche se nella vita, in certe circostanze, non è possibile tornare indietro. Ciao Luigina e buona giornata

    RispondiElimina