martedì 2 giugno 2009

Jacques Prévert

Prima vestita poi rivestita
a che pensavi
svestita

Lasciavo il mio visone al guardaroba
e andavamo nel deserto
Vivevamo d'amore e d'acqua fresca
Ci amavamo in povertà
mangiavamo i nostri panni sporchi in famità
e sulla tovaglia di sabbia nera tintinnavano
le stoviglie del sole
Ci amavamo in povertà
vivevamo d'amore e d'acqua fresca
io ero la tua nuda proprietà.

dal libro Per te, amore mio di J. Prévert - Salani Editore

Nessun commento:

Posta un commento