giovedì 14 maggio 2009

da http://onemarathonforcapasso05.spaces.live.com/


Palzola, Gran Prix, su e giù e tanto gorgonzola.


La cosa che mi ha colpito di più ieri sera a Maggiate Superione (frazione di Gattico – NO) non sono state le dure salite e le discese mozzafiato ma il fatto che su i 6 km del percorso non vi fosse un metro in piano. L’amico Matteo dice che c’era anche una scalinata; ero talmente annebbiato che faccio fatica a ricordarla! Su e giù tra asfalto e sterrato ininterrottamente e nonostante il percorso non semplice non mancavano di certo i partecipanti, anzi erano tanti che Fabrizio Casagrande, presidente dell’Atletica Palzola, organizzatrice della gara, non nascondeva la sua soddisfazione. Tra i tanti partecipanti poteva mancare Vittorio Bertoldi? Certo che no! Vittorio, 94 anni il 2 ottobre, alle serali, e non solo, è sempre presente ed in prima linea. Ieri sera mi raccontava: “ma lo sai che due anni fa ho vinto a Rimini il campionato del mondo dei 5000 metri in pista?” E quanto tempo hai impiegato? 43 minuti! E questa sera hai corso? Certo che ho corso… sto aspettando il premio! Quando nasceva Vittorio l’Italia era già in guerra ed era la prima guerra mondiale! Correre è bello e correndo ti capita d’incontrare anche questi personaggi.
Anch’io ho corso ed ho fatto fatica pur avendo circa trent’anni in meno di Vittorio; la soddisfazione è la stessa e miei 34 minuti per correre su e giù il “Grand Prix del gorgonzola”mi hanno gratificato…. Il mio premio è stato una serata piacevole insieme agli amici, una foto con le due splendide veline (si può usare ancora questa parola?) presenti per le premiazioni ed un’altra insieme a Sciur Palzola, il re del gorgonzola.
La gara competitiva è stata vinta da Alberto Mosca, una specialista delle corse in montagna, mentre il mio socio Marco Brambilla ha ben figurato collocandosi al 2° posto; il 3° è stato Sergio Prolo ma il più contento mi è sembrato l’amico Matteo Raimondi al 4° posto. Per le donne ha brillato la Fiamma Oro Marzena Michalska.
Poiché in queste serali “tutti i Santi finiscono in gloria”… un bel piatto di pasta al sugo, una generosa fetta di gorgonzola piccante, un bicchiere di vino e per finire un grappino offerto da Mr. Kenia (alias Pat Bogni) hanno concluso felicemente la serata.
Antonio Capasso

2 commenti:

  1. Se riesco ad incontrarti mi piacerebbe regalare il cappellino anche a te.
    Ciao,
    Antonio

    RispondiElimina
  2. CIAO...il tuo cappellino è davvero carino...chissà se capiterà l'occasione....luigina

    RispondiElimina