venerdì 1 maggio 2009

da Cammino di preghiera da http://www.qumran2.net/



Riflessione su Maria
Quando il tredici ottobre del 1917, i tre pastorelli di Fatima si recarono all’appuntamento con la “Signora venuta dal cielo”, la Vergine si presentò ai fanciulli dicendo loro: “Io sono la Madonna del Rosario”, e raccomandò di recitare il Rosario tutti i giorni. La preghiera del Rosario ha una storia, una origine, che si perde nei secoli e gli studiosi la fanno risalire, nel contenuto iniziale, al tempo degli apostoli, dopo l’ascensione di Gesù al cielo. Infatti, nel ricordare le cose che Gesù aveva detto, i primi cristiani amavano ripetere in modo speciale la preghiera da lui insegnata: il Padre Nostro. Poi, amavano unire a questo ricordo e a questa preghiera le parole che l’Angelo aveva detto a Maria nell’Annunciazione. Parole che ricordavano la venuta di Gesù tra noi per la nostra felicità, e quindi, ripetevano: “Ave Maria, piena di grazia, il Signore è con te!”. Per la sua semplicità questa preghiera si diffuse tra i credenti e ben presto fu chiamata Rosario perché come rose profumate di riconoscenza e di amore, venivano offerte a Maria e attraverso di lei a Gesù Salvatore.

Nessun commento:

Posta un commento