lunedì 27 aprile 2009

25 aprile ’09 – 6° Trofeo città di Seveso - MI da http://onemarathonforcapasso05.spaces.live.com/

foto e articolo da http://onemarathonforcapasso05.spaces.live.com/

25 aprile ’09 – 6° Trofeo città di Seveso - MI

L’inizio di un commento o di un articolo, per me è sempre la parte più difficile ma superata l’impasse iniziale più o meno qualcosa viene fuori. Ieri (sabato), per esempio, sono stato a Seveso per il trofeo della città e la prima cosa che mi è venuta in mente è stata la triste storia della diossina e di riflesso ancora Cernobyl ma si può iniziare così? No no non va bene, anche perché molti giovani non capirebbero di cosa sto parlando.
Erano 100 giovani e forti, ma in quell’altra storia erano trecento e per giunta morirono, questi invece restano giovani, forti e veloci , allora cominciamo da qui. Cento tondi tondi questo sabato pomeriggio a Seveso per il trofeo della città e se avessi corso anch’io centouno ma essendo la gara alle 15.00 non mi è passato neanche per la testa perché a quell’ora, io, sono in grado di fare giusto una pennichella; la mia presenza era dovuta alla promessa fatta ad amici. Arturo, anche lui presente, non ha il mio problema anzi la macchina fotografica gli un effetto adrenalinico. Allora: erano cento alla partenza, tutti amatori con presenza di un buon numero di assoluti, e si sono dati battaglia per i 10,200 km del percorso da effettuare tre volte con partenza e arrivo nel centro sportivo di Seveso Altopiano. Nomi di rilievo: i soliti marocchini (che si sono spazzolati i primi posti) mentre per il femminile la presenza della forte atleta dell’esercito Fatma Maraoni, accompagnata dal marito e figlioletta come supporto tifoso qualora ce ne fosse stato bisogno, non ha dato scampo alle altre, se pur forti, atlete locali. Solo una fanciullina di 21anni Chiara Rossi, con il dovuto rispetto, l’è stata dietro piazzandosi al secondo posto. Al maschile dopo i primi 5 marocchini è arrivato Massimiliano Brigo, ma come dicevo, tutta gente veloce nonostante non fossero agevoli percorso e ora del giorno; Su 91 arrivati 70 hanno corso sotto il 4 x 1000, gli altri 20 sotto il 5x1000 e l’ultima arrivata, la signora Gabriella, over60 ha chiuso in 58.19 salendo sul podio per il premio di categoria. I premi erano veramente tanti in rapporto ai concorrenti che se avessi corso anch’io sarei salito sul podio più alto, perché sarei stato il solo della mia categoria! Premi, ristoro e spazi erano tutti in abbondanza sulla esperienza degli anni passati che, mi dicevano, i numeri dei partecipanti era nettamente superiori…. ma quest’anno c’era la Fidal!
Io non ho corso ma ho fatto correre il mio GPS… sul polso della sempre presente Elisabetta Colzani! 42’10’’ il tempo registrato e orgoglioso l’ho mostrato a casa e agli amici… nessuno ci ha creduto!!!

Tra pochi giorni termina aprile e maggio già si preannuncia ricco di corse, infatti, dal prossimo week-end che inizierà il primo maggio con la tapasciata dei “ I Cinq Casinott” a Lainate; Arturo ed io quest’anno la disserteremo per andare in quel di Boladello – Cairate - per
"La caminada di Scurbatt!" organizzata dalla A.S.D. Bradipo Zoppo. Il 10 maggio invece i cugini dell’A.R.C. Busto Arsizio ci proporranno la 19^ edizione della “STRAVIZZOLA” in 2 versioni, 21(Fidal) o 10 km; come mancare! Da non dimenticare per gli amanti del “Gorgonzola” la serale del 5° Gran Prix del Gorgonzola organizzata dai forti e puri dell’Atletica Palzola e poiché a me il Gorgonzola fa impazzire vi sarò e cercherò, anche, di battere l’amico Matteo Raimondi (!!!), giuro!
Poiché maggio è affollatissimo e giugno anche peggio per adesso mi fermo qui.
Antonio Capasso

Nessun commento:

Posta un commento