mercoledì 18 marzo 2009

Gustave Flaubert

Ma era soprattutto all'ora dei pasti che non poteva più resistere, in quella piccola sala al pianoterra colla stufa che fumava, la porta che cigolava, i muri che trasudavano, il pavimento umido; le sembrava che tutta l'amarezza della vita le venisse servita sul piatto, e col fumo del bollito salivano dal fondo della sua anima vampe insipide.

Gustave Flaubert, Madame Bovary

Nessun commento:

Posta un commento