venerdì 6 marzo 2009

Federica Bosco

Forse, fino alla fine, non si pensa di avere il coraggio di farlo veramente, magari si spera che sia reversibile, che si possa vedere com'è per poi tornare indietro, forse ci si vede seduti in chiesa come un invitato qualunque e non sdraiati al posto d'onore.

Federica Bosco, L'amore mi perseguita

Nessun commento:

Posta un commento