sabato 7 marzo 2009

da Il blog di Gianluca Albanese

Otto marzo politicamente scorretto
(la foto è incredibile...)

Quest’anno la festa della donna cade di domenica. Come sempre, è ricca la programmazione di party, cene a tema con spogliarello finale del tronista di turno e sbronza in compagnia delle amiche. La donna, quindi, imita l’aspetto peggiore dell’uomo, spacciandolo per simbolo di emancipazione. Nessuna riflessione storica, nessun richiamo a Simone Veil e all’episodio che diede origine alla ricorrenza. Oggi la maggior parte delle ragazze sogna di fare la velina, fa carte false per avere i soldi coi quali andare dal chirurgo estetico e farsi le tette come Cristina del Grande Fratello, per poi partecipare al reality e magari fare un calendario.E’ questo l’otto marzo che volevano le femministe? Ed è questa la donna del XXI secolo che immaginavano?Non mi prendete per conservatore, vi prego, ma ogni anno mi viene da fare questa riflessione e alla fine l’argomento m’intristisce…
Questo post è stato pubblicato il Venerdì, 6 Marzo 2009 alle 12:36 pm

ed è archiviato in Oggi sono io


da gianlucaalbanese.wordpress.com

...............................................
...............................................


(anche questo articolo è talmente riflessivo che la tentazione di copiarlo è stata troppo forte...
trovo che nonostante la triste realtà ben descritta, ci sia nelle parole una speranza positiva, che affiora sempre...
vorrei scusarmi per aver copiato l'articolo)

Nessun commento:

Posta un commento