domenica 1 febbraio 2009

Linda Olssen

Astrid stava guardando fuori dalla finestra, nuda. Era tardi; tutto era buio e, se non fosse stato per il biancore della neve, non sarebbe stata in grado di vedere molto: solo gli occhi gialli della casa oltre il campo, risvegliata di colpo da un sonno così lungo.
La sua era nell'oscurità, come sempre, buia e calda. La teneva ben riscaldata. Era una parte organica di lei e le sue forme erano radicate nel suo corpo: traversava lo spazio a luci spente senza alcun sforzo. Inoltre nell'oscurità a volte si avvicinanvano gli animali: alci, gufi, persino linci. Osservatori dimessi come lei, con il proprio spazio, in visita solo per poco.
Di rado guardava fuori dalle finestre: la vista aveva perso ogni significato
Eppure eccola lì, alla finestra, avviluppata nella calda oscuirità della sua casa, concentrata a seguire i movimenti al di là del campo bianco.

Linda Olssen, Astrid e Veronika

Nessun commento:

Posta un commento