martedì 17 febbraio 2009

Il delfino e le onde della vita di Sergio Bambarén


http://www.bloglibri.it/wp-content/uploads/delfino_onde_vita.jpg

Erano trascorsi tre giorni da quando Daniel era approdato alle acque cristalline che lambivano l'Isola delle Megattere. Dopo un lungo viaggio in mare aperto, a un certo punto era arrivato a un tratto straordinariamente caldo e placido, immerso nel silenzio, sulla cui superficie aleggiavano fitti banchi di nebbia. Poi, all'improvviso, la foschia si era diradata, lasciando intravedere un piccolo fazzoletto di terra ricoperto di verde, circondato da acque di un turchese talmente intenso da sembrare quasi irreale. Daniel aveva già esplorato a lungo i dintorni, ma la vita che animava quei fondali continuava a lasciarlo senza fiato. Aveva visto maestose tartarughe giganti, squali pinna bianca, un'ampia varietà di grandi pesci, tra cui cernie, tonni, barracuda, banche di sgombri... persino imponenti murene verdi. Era rimasto letteralmente abbagliato dalla bellezza e dalla varietà di creature, forme e colori che lo circondavano. Michel aveva ragione, quell'isola traboccava di meraviglie! Ogni tanto incrociava gruppi di delfini che andavano e venivano, intenti a pescare nella laguna. C'erano anche delle femmine, che nuotavano insieme ai loro piccoli al riparo della barriere corallina. Nel vederli Daniel aveva sentito una stretta al cuore. Chissà che cosa stava facendo in quel momento Leena? Chissà se la creatura che portava in grembo stava per nascere...
Ma la scoperta più sorprendente e affascinante che aveva fatto da quando era arrivato in prossimità di quell'isola era il canto delle balene: giungeva da lontano, come una dolcissima ninna-ninna, come una melodia ancestrale che si propagava sull'acqua di ond in onda. Daniel riconosceva chiaramente la voce materna che intonava il canto e quella del suo piccolino che le rispondeva. Non poteva capire le parole che si dicevano, tuttavia che in quello scambio c'era un che di magico...


da Il delfino e le onde della vita di Sergio Bambarèn - ed. Sperling & Kupfer

Nessun commento:

Posta un commento