domenica 1 febbraio 2009


CHI HA PAURA DEL MEDICO?

Il Gufo nei suoi pensieri notturni disse:

Un vecchio saggio fu invitato a parlare in una parrocchia sulla fiducia in Dio.
La chiesa era affollata di adulti, molto attenti.
In prima fila, seduto sulle ginocchia della nonna,
c'era un bambino, che giocava con un pezzo di carta in mano.
La sua presenza ispirò al vecchio saggio un paragone, e disse:
"Vedete questo bambino?
Questo bambino, come del resto tutti noi,ha paura del medico
e dei suoi interventi che spesso sono dolorosi!".
A sostegno della sua tesi, si rivolse verso il bambino e disse:
"Come ti chiami?"."Riccardo!"."Riccardo, quanti anni hai?".
"Quattro e mezzo!", rispose fiero agitando la manina.
"È vero che tu hai paura del medico?"."No! Io non ho paura del medico!".
Sorpreso dalla risposta, il vecchio saggio insistette:
"Ma come! Non hai paura del medico
quando ti prescrive le medicine amare,
quando ti fa la puntura... insomma quando ti fa male?
Non hai paura del medico?"."No! No! Io non ho paura del medico!",
rispose il bambino con maggior forza.
Nel frattempo, la nonna osservava preoccupata le repliche del nipotino.
Dopo qualche tentativo andato a vuoto,
il vecchio saggio, piacevolmente meravigliato dalla reazione del bambino,
disse: "Senti, Riccardo. Saresti contento di venire qui al microfono
e dire a me, e a tutta questa gente, perché tu non hai paura del medico?".
Riccardo scese dalle ginocchia della nonna,
prese il microfono e ad alta voce disse:
"Io non ho paura del medico, perché il medico è mio papà!".
Una sonora e gioiosa sorpresa da parte dei presenti accolse l’inattesa risposta.
E la nonna rasserenata confermò:"Sì, sì. Suo papà fa il medico!".
E il vecchio saggio, compiaciuto, rivolgendosi all'assemblea replicò:
"Devo aggiungere altro?Ora sapete cosa è la fiducia in Dio!".

Quando abbiamo la consapevolezza
che tutti gli interventi più o meno dolorosi della nostra vita
sono voluti o permessi da Dio che ci è papà,
non possono farci paura, perché sono segni sensibili del suo amore,
che sa guarire e salvare come gli interventi e le medicine del medico
(anche se, qualche volta, sono proprio amarissime...)!
da pensieridelgufo

1 commento:

  1. Grazie Silvana...
    la tua presenza è sempre gradita...

    RispondiElimina