giovedì 15 gennaio 2009

Romain Gary

Mi andavo spesso a sedere nella sala d'aspetto del dottor Katz, perché Madame Rosa diceva sempre che era un uomo che faceva del bene, ma non mi sono mai accorto di niente. Forse non ci restavo abbastanza. Lo so che al mondo c'è della gente che fa del bene, ma non sta sempre lì a farlo e bisogna capitarci nel momento giusto. Non c'è mica niente di strano. Le prime volte il dottor Katz veniva fuori e mi domandava se stavo male, ma poi ci ho fatto l'abitudine e mi lasciava in pace. E poi anche i dentisti hanno la sala d'aspetto, solo che curano soltanto i denti. Madame Rosa diceva che il dottor Katz era per la medicina generale ed è un fatto che da lui c'era di tutto, ebrei, naturalmente, come dappertutto, nordafricani, per non parlare degli arabi, dei neri e tutte le specie di malattie. Naturalmente da lui c'erano molte malattie veneree perchè i lavoratori immigrati se la prendono prima di venire in Francia per beneficiare della mutua. Le malattie veneree non sono contagiose in pubblico e il dottor Katz le accettava, ma non si aveva il diritto di portargli la difterite, la febbre scarlattina, il morbillo e altre schifezze del genere che bisogna tenersi in casa.

Romain Gary, La vita davanti a sé

Nessun commento:

Posta un commento