domenica 18 gennaio 2009

Le ore del giorno cercano un'anima di Card. Dionigi Tettamanzi




L'attenzione...per 'incontrarsi' con gli altri

Mi permetto di suggerire un atteggiamento per dare un'anima all'uscita di casa, il gesto semplice che ogni mattina apre le porte al mondo.
E' l'attenzione.
L'attenzione è quella disposizione tipica della persona che si accorge della presenza e dei bisogni degli altri e li considera come 'incontri possibili'.
Chi è dotato di attenzione non è così ripiegato su di sé, sui suoi problemi a tal punto da ignorare gli altri o addirittura da considerarli un fastiodio o una minaccia.
Chi è attento sa raccogliere con gratitudine il dono di un sorriso o l'invocazione di un aiuto. Proprio come succede in una famiglia in cui ci si vuole bene: basta uno sguardo per decifrare un umore, indovinare una preoccupazione, accogliere un bisogno.
Riesce ad essere attento chi si lascia abitare dalla grazia del Signore che aiuta a riconoscere intorno a sé uomini e donne in cerca di gioia,
L'attenzione è simile al portinaio simpatico che vigila e apre la porta appena t'avvicini: dice già della fraternità e della bellezza della famiglia che sta per visitare.

da Le ore del giorno cercano un'anima di Card. Dionigi Tettamanzi

Nessun commento:

Posta un commento