lunedì 12 gennaio 2009

12-01-2008


(un giorno o l'altro spero di avere qualche foto
del nostro paesello...)


A M.L. SORVOLANDO
IN RAPIDO LA SUA CITTA'
di Vittorio Sereni

'Non ti turbi il frastuono
che irrompe con me nel tuo quieto mattino
se un poco io mi sporgo a ravvisarti,
mentre tu forse cammini
con la tua gente
nelle piaghe del sole;
non ti turbi quest'ansia che ti sfiora
e dietro un breve vento si lascia
di festuche in un vortice di suoni.

Come ti schiari,
come consenti al fuggitivo amore
dai balconi dagli orti dalle torri'
.................

bellissimo 'non ti turbi quest'ansia che ti sfiora...' piacevoli parole, anche isolate portano a un senso di tenerezza, di amore e, soprattutto di attenzione a non turbare la persona, attenzione a non disturbare la persona con l'ansia che traspare nell'animo, però lo stesso è qualcosa di velato
che sfiora il cuore. che belle parole d'amore...
ho letto alcune poesie sull'autobus stamattina e questa poesia mi ha molto colpito, voglio iniziare la giornata leggendo alcune poesie di poeti vari... per portare dentro le sensazioni di pace o di amore che trasmettono... il bello che più le leggo più trovo qualcosa di diverso, trovo che procurano emozioni diverse...
peccato non saper né scrivere, né poter commentare queste poesie...

Nessun commento:

Posta un commento