domenica 14 dicembre 2008

Tagore

Allo spuntare del giorno
si sussurrò che avremmo veleggiato
in una barca, soli tu ed io,
e nessun altro al mondo avrebbe saputo
di questo nostro pellegrinaggio
verso nessun paese
e senza meta alcuna.


In quell'oceano senza rive,
al tuo sorriso intento e silenzioso,
i miei canti eromperebbero
in melodie libere come le onde,
libere dalla schiavitù delle parole.

Quel tempo non è ancora venuto?
Vi sono ancora opere da compiere?
Guarda, la sera è scesa sulla riva
e nella luce che piano svanisce
gli uccelli marini volando
tornano ai loro nidi.

Chi sa quando gli ormeggi saran tolti
e la barca nella notte svanirà
come l'ultimo bagliore del tramonto?

Tagore, Gitanjali

Nessun commento:

Posta un commento