sabato 27 dicembre 2008

Maria Luisa Spaziani

Canto gregoriano, corale luterano,
da grate e feritoie le feste ci aggrediscono.
Sale la febbre dei regali, è ora
di auguri, di lustrini e luminarie.

Non ci è permesso di tornare poveri,
vero? né tu né io. Ma un Natale
di guerra ora m'investe - era un paese
di fame e neve, la chiesa bombardata.

Se il nastro della storia andasse indietro
ti vorrei là, in un cappotto liso.
Nel gruppo dei miei cari tu macavi,
tu solo ormai, terribilmente vivo.

Maria Luisa Spaziani, Canto gregoriano, corale luterano

Nessun commento:

Posta un commento