lunedì 8 dicembre 2008

Heinrich Heine

E nella stanza muta
tutto mi appare così familiare;
tavola, armadio, come se
li avessi visti prima.

L'orologio a cucù chiacchera serio
e la cetra, si sente appena,
comincia a sonare da sola,
e mi sembra di sognare.

Heinrich Heine, Impressioni di viaggio

Nessun commento:

Posta un commento