martedì 2 dicembre 2008

02-12-2008


«Avete annullato la Parola di Dio... Ipocriti». (Mt 15,6)

Ipocrita, perverso, empio! Gesù non usa mezze misure davanti a coloro che si servono di tutti… anche di Dio e della sua Parola. Monito severo che interpella a guardarci dentro, che ci provoca a confrontarci con le nostre meschinità e grettezze, che ci costringe a dire… anch’io sono così! Il pensiero corre veloce al vicino che sbaglia nei suoi comportamenti, al collega che non fa le cose per bene, al compagno di viaggio che le mani pulite proprio non le ha… Non è solo la tentazione di giudicare, di pensarsi migliori: è la pretesa di sapere noi qual è l’atteggiamento giusto, di conoscere meglio il bene e il male, di essere noi i perfetti esecutori dei comandamenti di Dio. Più bravi di Dio, più sapienti della sua Parola, anche più capaci d’amare.
Riti, formule vuote, pratiche di devozioni: a tal punto riusciamo a ridurre lo Spirito! Perdonaci, Signore.

Preghiamo
Signore della mia vita,
accorda al tuo servo
lo spirito di temperanza, di umiltà,
di perseveranza e la carità
che non verrà mai meno.
Sì, mio Signore e mio Re,
concedimi di vedere i miei peccati
e di non giudicare il fratello.
Perché tu sei benedetto
nei secoli dei secoli. Amen.
(Efrem il Siro)

La Parola ogni giorno - Avvento e Natale - Centro Ambrosiano

Nessun commento:

Posta un commento