lunedì 3 novembre 2008

Tic-tac di Giovanni Certomà


Scilla - estate 2008
Tic - tac
Alla mia destra c’è l’orologio
da taschino di mio nonno.
Il suo tic – tac rimarca il tempo
che passa.
Anche la sottile pioggia di stasera fa
lo stesso.
La musica che ascolto sembra porsi
oltre il tempo.
Le chiavi di casa che ho dinanzi non
fanno nulla, sono inerti.
Alla mia sinistra vi sono due orologi
da polso.
E ‘ come se facessero a gara per rincorrere il tempo.

Nessun commento:

Posta un commento