martedì 11 novembre 2008

Isabel Allende

I ricordi della mia infanzia sono drammatici, come quelli di chiunque, ritengo, perché le banalità si perdono nell'oblio; ma può anche darsi che la colpa sia della mia tendenza alla tragedia. Dicono che il contesto geografico determini il carattere. Vengo da un paese bellissimo ma funestato da calamità: siccità d'estate, inondazioni d'inverno, quando si chiudono i canali d'irrigazione e i poveri muoiono di polmonite; alluvioni quando si sciolgono le nevi sui monti e maremoti che con una sola ondata scaraventano vulcani in eruzione; invasioni di tafani, lumache e formiche, terremoti apocalittici e un rosario ininterrotto di scuotimenti minori, ai quali nessuno presta più attenzione; e se alla miseria della metà della popolazione aggiungiamo l'isolamento, c'è materiale d'avanzo per un melodramma.

Isabel Allende, Paula

Nessun commento:

Posta un commento