lunedì 3 novembre 2008

I mangiatori di patate di V. van Gogh


foto da www.wikipedia.org

I mangiatori di patate, 1885

Questa scena di genere, anticipata da numerosi studi, si prefiggeva di trasmettere all'osservatore la grettezza del mondo contadino. La fioca illuminazione di una lampada a olio, le torve facce dei contadini intorno alla rustica tavola e le loro rozze figure creano un realistico effetto materialistico e di relazione con la terra. Nella tela sono distinguibili gli eccessi stilistici, l'asprezza dei contorni e la distorsione delle linee caratteristici del più maturo stile di Van Gogh. A differenza di altri suoi celebri lavori, questo mostra un più sommesso uso del colore.

da Storia dell'arte - Touring Club Italiano


Nell'inverno del 1884 Vincent comincia a dipingere e a disegnare moltissimi ritratti di contadini, con l'intenzione di farne studi per giungere a una composizione di gruppo della classe borghese erenao stati cavallo di battaglia di un grande artista olandese del 'secolo d'oro' quale Frans Hals): dipinge di giorno, alla sera disegna. Con l'inizio del 1885 questi studi sono ben quaranta: Vincent li chiama 'teste del popolo' dietro l'esempio delle illustrazioni della rivista inglese 'The Graphic'. In questa occasione lavora 'con incredibile piacere'; 'le teste delle donne di qui con le cuffie bianche; è difficile, ma è eternamente bello'. Egli trova nell'insieme un tono particolarmente fine. Theo, tra l'altro in marzo gli chiede alcuni lavori per il Salon di Parigi, e ciò lo stimola ancor più. Van Gogh cerca di guardare negli occhi i suoi modelli.

da I grandi Musei del Sole 24 ore - Amsterdam Van Gogh Museum - Electa


Ma l'opera più importante di questo periodo , I mangiatori di patate... Sarebbe troppo semplice parlare della tradizione degli interni olandesi. Quello che Rembrandt cercava di ottenere, ricorrendo ai temi biblici, alle ambientazioni orientali, alle stoffe preziose o alle oreficerie, Van Gogh lo trova in una specie di mitologia rustica, in cui la grossolanità delle semplici maschere si accentua e prende, alla luce delle lampade, strani rilievi. 'Esprimere il contadino nella sua azione, è l'obiettivo essenzialmente moderno, il cuore dell'Arte Moderna stessa.'

da Vincent Van Gogh di Jacques Lassaigne - Fratelli Fabbri Editori

Nessun commento:

Posta un commento