mercoledì 12 novembre 2008

Fernando Pessoa

Dalla sponda dei sogni illuminata dalla luna
tendo le mani vinte verso te,
oh, declinati altri fiumi
che gli occhi possano pensare di vedere!
Oh, incoronati con la luce dello spirito!
Oh, velati di spiritualità!

I miei sogni e i miei pensieri piegano
i loro stendardi ai tuoi piedi.
Oh, angelo nato troppo tardi
perché ti incontri un uomo affranto!
In quale nuova condizione dei sensi
potrebbero le nostre vite unite sentire tenerezza?

Quale nuova emozione devo
sognare per pensare che mi appartieni?
Quale purezza della lussuria?
Oh, cirri delle vite
attorno alla mia vagheggiata speranza!
Oh, sogno-pigiato vino-anima!

Fernando Pessoa, Incantesimo

Nessun commento:

Posta un commento