mercoledì 12 novembre 2008

Come si serve il caffé - Enciclopedia della donna



A chi viene a farci visita, sia pure per un breve saluto, nel primo pomeriggio o subito dopo cena, è buon uso offrire il caffè. Bisogna però essere certe di fare un 'buon' caffè: le deprimenti brodaglie, che certe signore propinano agli ospiti, sono una vera tortura per qualsiasi estimatore di caffè. Dunque, se non abbiamo i mezzi o le capacità necessarie per fare un caffè decente, è meglio che offriamo qualche altra cosa, un liquore, o magari niente; se invece siamo certe di poter offrire un caffè che non disonori che l'ha preparato, facciamolo e offriamolo nel modo seguente.
Disponiamo le tazzine sul vassoio, ognuno col suo cucchiaino, e accanto ad esse la zuccheriera ben piena; quando il caffè è pronto, travasiamolo dalla napoletana nella caffettiera del servizio o in un'altra d'argento o di peltro (che avremo preventivamente scaldata), e da questa versiamo il caffè nelle tazzine, sotto gli occhi dei nostri ospiti. Il caffè non va versato in cucina e presentato già in tazza. Se siamo in confidenza coi nostri ospiti possiamo versarlo direttamente dalla napoletana. Col caffè offriremo cioccolatini e canditi.
Il caffè viene normalmente offerto in salotto o in un angolo del soggiorno. E' la cameriera che porta il vassoio con le tazzine e la zuccheriera, posandolo sul tavolino; in un secondo tempo porta la caffettiera versando man mano il caffè nelle tazzine, che offrirà agli ospiti: questi metteranno essi stessi lo zucchero. Può anche essere la padrona di casa a versare il caffè, e la cameriera (o la figlia grande) a porgere le tazze e lo zucchero agli ospiti.

Caffè alla fine di un pranzo
Anche dopo un pranzo molto elegante si passa di solito in salotto a prendere il caffè. Se si vuole invece servire il caffè a tavola, è bene disporre tazzine, zuccheriera e caffettiera su un carrello, che sarà spinto attorno al tavolo alle spalle degli invitati: la tazzina, riempita di volta in volta, viene posta da destra davanti al commensale, e la pdrona di casa chiede: 'Quanto zucchero desidera?' e lo versa lei stessa all'ospite, o lo fa versare dalla domestica, se ce l'ha.

da Enciclopedia della donna - Fratelli Fabbri Editori 1963

Nessun commento:

Posta un commento