martedì 14 ottobre 2008

Lisa Lee

".....spero che andremo almeno alla bancarella del taro. La mamma mi ci accompagna sempre. Lo senti questo buon odore? Il vecchio Zuo, il proprietario del chiosco, cucina le leccornie più deliziose della contea.". Fiore di Neve era già stata lì diverse volte? "Adesso ti spiego come fa: frigge cubetti di taro finché non sono teneri all'interno, ma croccanti e dorati all'esterno. Poi scioglie lo zucchero in un grande wak messo su un fuoco vivace. Hai mai assaggiato lo zucchero, Giglio Bianco? E' la cosa più buona del mondo. Zuo lo riscalda e aspetta che diventi liquido e scuro, dopo di che ci immerge i cubetti di taro e li gira di qua e di là, in modo da ricoprirli per bene. Quindi li appoggia su un piatto e li serve in tavola insieme a una ciotola d'acqua fredda. Non puoi immaginare quanto sai rovente il taro nel suo guscio di zucchero caramellato. Se provassi a mangiarlo così com'è ti bucherebbe la bocca con il suo calore, perciò bisogna prenderne un pezzo con le bacchette e intingerlo nell'acqua. Crac, crac, crac! crepita lo zucchero indurendosi. E, quando lo mordi, senti la resistenza dello strato di caramello, la crosta croccante del taro fritto e poi la sua morbidezza al centro.


Lisa See, Fiore di Neve e il ventaglio segreto

2 commenti:

  1. Ciao...
    ho letto due dei romanzi di Lisa Lee e li ho trovati stupendi...
    "Fiore di neve e il ventaglio segreto" è stupendo, in molte occasioni, mi ha fatto venire da piangere, è molto toccante..^^..
    un saluto da una lettrice..

    RispondiElimina
  2. che bello leggere un commento su questo libro 'Fiore di neve e il vantaglio segreto'... è un libro che una collega mi ha regalato...è davvero molto toccante...all'inizio mi faceva male leggerlo...poi ho scoperto che c'è tantissima poesia anche nei racconti così diversi dalla nostra società...grazie.

    RispondiElimina