mercoledì 22 ottobre 2008

Le radici della cucina italiana - Minestra di legumi



Minestra di legumi

Tisana


"Metti a bagno ceci, lenticchie e piselli secchi. Sfrega l'orzo per togliergli la buccia e fallo lessare con gli altri legumi. Quando saranno cotti, mettici olio tagliuzza porro, coriandolo verde, anteo, finocchiella e gettali nella pentola. Lessa cime di cavolo e trita assieme parecchio seme di finocchiella, origano silfio e finocchio. Dopo averli tritati, insaporisci con liquamen ed aggiungili ai legumi. Infine tagliuzzaci sopra cime di cavolo molto tenere". (Apicio, op. cit. IV.IV.)

Ingredienti per 6-8 persone
100 g di ceci
100 g di lenticchie
100 g di piselli secchi
100 g di orzo perlato
300 g di cime di cavolo o broccoli
aglio
prezzemolo
aneto
finocchio selvatico
sedano origano
olio d'oliva
sale

La sera prima, si mettono a bagno 100 g di ceci, 100 g di lenticchie, 100 g di piselli secchi e 100 g di orzo perlato. Il giorno dopo li si fa lessare in 2 litri di acqua leggermente salata con 30 g di sale. Quando saranno cotti si aggiunge nella pentola olio e un trito di prezzemolo, aneto e finocchiella. Si continua a cuocere. Si lessano a parte cime di cavaoli e broccoli e si tritano in un mortaio o nel frullatore un bel pò di semi di finocchiella, origano, un paio di spicchi di aglio (al posto del silfio), gambi di sedano e prezzemolo. Si insaporisce il trito con salamoia e prima di servire si mettono questi odori nella casseruola, rimescolando. Se il minestrone è troppo denso, si aggiunge un pò di acqua. Si fa dare un bollore e si serve nelle scodelle spargendovi sopra un trito verde. Quando questa minestra sia ben insaporita, è gustosa.

da Le radici della cucina italiana - La tavola dei Romani

Nessun commento:

Posta un commento