domenica 12 ottobre 2008

La natura di Enzo Alampi


http://www.kniese.nl/page/images/diddle.JPG

Se stupendo è un paesaggio,
di sereno sta maestoso,
il viandante al suo passaggio
ferma e specchia occhio gioioso.

Sia ch'è posto intorno al mare,
nella spiaggia arsa con rena
carezzata col cantare
dell'azzurra acqua serena.

O in campagna soleggiata,
in pianur lussureggiante,
o in montagna più alberata,
pien di fiori e verdeggiante.

Se in nevoso manto occulto,
in aurora o in tramonto,
che non resta con sussulto
d'impressioni belle pronto?

Quella vista trascinante
fa la mente dolce e tenera,
la bellezza sua ammaliante
la sconvolge fin che venera.

Di dimentica bellezza
divien essa bellicosa,
profanar quella purezza
colma d'ira tempestosa.

Ahi, pietà! Quanto somiglia
l'umano odio sfigurato:
a una maschera s'acciglia
e annientar retto passato.

dal libro I canti del mare a Capo Sud di Enzo Alampi - Laruffa Editore

Nessun commento:

Posta un commento