giovedì 2 ottobre 2008

Dimagrire naturale


http://img511.imageshack.us/img511/1956/dietqn2.jpg

Mangiare a orari regolari

Mangiate rilassati, mangiate lentamente. E mangiate a orari regolari.
La vita di ciascuno di noi dipende dall'orologio biologico, è regolata dai suoi bioritmi, gli stessi della nostra infanzia. Ad esempio, se siamo stati abituati a quattro pasti - all'incirca alle 7, alle 12, alle 17 e alle 20 - in corrispondenza di questi orari i succhi gastrici si attiveranno automaticamente. Lo sanno bene i medici che praticano la cura del sonno, i quali a determinate ore iniettano cocktail di vitamine-glucidi nei pazienti addormentati per rispettarne i ritmi della digestione.
Infatti, se i succhi trovano lo stomaco vuoto, attaccano la mucosa e provocano acidità, disturbando il sistema neurovegetativo. E favoriscono l'aumento di peso.

La vita moderna, i viaggi e il traumatico cambiamento di fuso orario, gli orari di lavoro, sono tutti fattori che contribuiscono ad alterare l'orologio biologico. Fra gli altri, ho osservato il caso significativo di una studentessa che se n'era appena andata di casa. Abitutata a far colazione servita puntualmente dalla madre, a pranzare in famiglia alle 13, a mangiare in un'atmosfera rilassata (senza televisione), di punto in bianco era passata alla colazione consumata in fretta e furia al bar d'angolo, al ritmo incalzante della mensa univesitaria, alle cene a casa di amici a qualunque ora. In due, tre mesi era ingrassata di quasi dieci chili, e non riusciva a perderli.
Sono riuscita a convincerla che , nelle sue nuove abitudini di vita, doveva riprendere a mangiare alla stessa ora, a mangiare lentamente. In breve tempo è tornata al suo peso forma.
Il mio metodo vi offre tutte le indicazioni per regolare l'orologio biologioco. Partendo dalla colazione, di cui non si può fare a meno, programmate il pranzo e la cesa con un intervallo di cinque ore. In caso di sfornzo particolare, fisico o intellettuale, o di cambiamento di fuso orario, prevedete uno spuntino integrativo (una fetta di pane integrale, cioccolato fondente) tra i due pasti.

Ma non dimenticate due cose fondamentali: non soaltate mai un pasto e aspttate che un boccone sia stato totalmente masticato prima di passare a un altro.

dal libro Dimagrire naturale di Pierre Pallardy - ed. Piemme Pocket

Nessun commento:

Posta un commento