domenica 17 agosto 2008

Simone de Beauvoir

"Stavo tornando a casa, proprio come una volta. Gli stessi caffè, gli stessi negozi. Pure, qualcosa era cambiato da settembre. Un tempo, la mia vita intera sembrava rinchiusa fra quelle case; erano sempre state là, ci sarebbero sempre state; io, ero semplicemente di passaggio: scomparso da chissà quanti anni, io, ma loro sempre là, alte, dritte, e uguali a se stesse."


Simone de Beauvoir, Il sangue degli altri

Nessun commento:

Posta un commento