martedì 5 agosto 2008

Il faro di Capo Sud di Enzo Alampi

Su estremo vecchio Sud,
col mio Jonio benefico
a stanchi cardiomuscoli
e asmatici polmoni,
sull'attenti, alto e fiero,
bianco angelo custode
su Capo Spartivento
con eleganza vigila.
Il sole cade a sera
e tutto il basso cielo
è come un'esplosione
d'ultimi raggi un mucchio
facendolo apparire
un quadro ad acquarello.
Lo scorrere del tempo
quel fuoco lento spegne,
il Capo Sud accende
girandola di luce.
La fedele lanterna
illumina la via
al timoniere fisso,
al marinaio che passa
pensoso e solitario.

dal libro I canti del mare a Capo Sud di Enzo Alampi - Laruffa Editore

Nessun commento:

Posta un commento