domenica 31 agosto 2008

Gustavo Adolfo Béquer

Drappo ondeggiante di lieve bruma,
nastro increspato di bianca schiuma,
rumore sonoro
dell'arpa d'oro,
bacio dell'alba, onda di luce:
questo sei tu.
Tu, ombra aerea, che svanisci
quando provo a toccarti,
come la fiamma, come il suono,
come la nebbia, come il gemito
del lago blu.

Nel mare senza riva, onda sonante;
nel vuoto, cometa errante;
lungo lamento
del rauco vento,
ansia perpetua di cose migliori,
sono io questo.
Io, che nella mia agonia, verso i tuoi occhi
volgo lo sguardo giorno e notte;
io, che instancabile corro demente
dietro un'ombra, dietro la figlia fervente
di una illusione!

Gustavo Adolfo Béquer, Poesie d'amore

Nessun commento:

Posta un commento