giovedì 7 agosto 2008

Forse siamo come le montagne

Un mare che tiene per sè le conchiglie,
per trasmettere sensazioni,
sempre nuove, sempre vive.
Col pensiero respiro colori e sensazioni,
lasciando che il cuore si accosti al mare,
mente tutto gira e la parola
"ancora..." si libera nell'aria.
Parole vuote, cambiamenti,
ancora...
Questa volta non mi fanno paura,
sento dentro una carica emotiva
che si muove in silenzio.
Troppi anni di continui cambiamenti,
ancora...
Questa volta non mi fa paura l'idea
di andare in altri luoghi lavorativi,
magari vicino a casa,
può andar bene anche questo,
però, ancora...
Ansia, ancora...
Settembre porterà qualcosa,
ancora...
Ho assorbito sensazioni liete,
ricordi di cieli colorati, forme leggere,
armoniche.
Viaggio con la fantasia e... vedo un monte
che cambia colore, giallo, poi verde e
mi guarda, mi chiama e... pretende attenzione...
Forse siamo tutti come le montagne,
in continuo cambiamento.
Restano solo i ricordi,
ma i ricordi solari.

Nessun commento:

Posta un commento