mercoledì 9 luglio 2008

Canto per l'amata nella fredda primavera di H. Hesse

L'ore, otto o nove o dieci
nell'atrio freddo battono.
Non conto, ascolto il lieve
fruscio di quando passano.

Volano come il vento nella neve,
come gli uccelli nell'inverno bianchi.
Non mi fanno del bene,
non mi fanno del male,
ma sono ore in cui mi manchi.

dal libro Sull'amore di H. Hesse ed. Oscar Mondadori

Nessun commento:

Posta un commento