martedì 3 giugno 2008

Richard Bach


foto da www.giovannicertoma.it

"Per ringraziarla della giornata, le presi una mano, leggermente, con calore. Perun lungo momento ci guardammo, senza parlare, e non ci accorgemmo che il tempo si era fermato. Il silenzio stesso diceva quello che noi non avevamo mai espresso con parole, né preso mai in considerazione.
Poi, in qualche modo, eccoci abbracciati, a baciarci pian piano, lievemente.
Non mi resi conto, lì per lì, che innamorandomi di Leslie Parrish stavo distruggendo l'unica sorella che avessi mai avuto."

Richard Bach, Un ponte sull'Eternità

Nessun commento:

Posta un commento