mercoledì 18 giugno 2008

Poi che oscuri vapori hanno per lunga stagione di J. Keats


Poi che oscuri vapori hanno per lunga stagione
Tetramento le nostre valli oppresso,
Un giorno arriva, nato nel dolce meridione,
Che dai cieli malati spazza ogni macchi indecente.
Il mese ansioso, guarito dal suo dolore,
Riafferma, come per un diritto da troppo perduto,
Il sentore di Maggio; giocano le palpebre
Col gelo fuggente, come le foglie delle rose
Con le gocce della pioggia d'estate.
Placidi pensieri fan ressa - gemme - frutta maturate
Nel silenzio - soli d'autunno ridenti a sera su placidi covoni -
Dolce, la gota di Saffo - un alito di bimbo nel sonno -
Sabbia che lenta scivola nella clessidra -
In mezzo al bosco un rivo - un poeta che muore -


dal libro Poesie di J. Keats - ed. Oscar Mondadori

Nessun commento:

Posta un commento