giovedì 12 giugno 2008

Nell'opprimente paese di K. Kavafis


http://www.botanicartist.com/images/MagnoliaCopy.jpg

Nell'opprimente paese dove lavora -
giovanissimo, è impiegato in un
magazzino - attende
che passino ancora due, tre mesi,
ancora due, tre mesi quando il lavoro cala,
per andare in città e tuffarsi subito
nel traffico della gente, dei divertimenti.
Nell'opprimente paese attende -
si è buttato sul letto, stasera, in preda al desiderio,
divampa tutta la sua giovane età nella passione carnale,
tutta la sua stupenda gioventù nella bruciante tensione.
E nel sonno giunge la voluttà: nel sonno
immagina il volto, possiede il corpo desiderato...

dal libro Poesie d'amore di K. Kavafis ed. Passigli

Nessun commento:

Posta un commento