giovedì 12 giugno 2008

Nel parco di Eugenio Montale


http://wihort.uwex.edu/Phenology/images/Magnolia%20Close-up.jpg

Nell'ombra della magnolia
che sempre più si restringe,
a un soffio di cerbottana
la freccia mi sfiora e si perde.

Pareva una foglia caduta
dal pioppo che a un colpo di vento
si stinge - e fors'era una mano
scorrente da lungi tra il verde.

Un riso che non m'appartiene
trapassa da fronde canute
fino al mio petto, lo scuote
un trillo che punge le vene,

e rido con te sulla ruota
deforme dell'ombra, mi allungo
disfatto di me sulle ossute
radici che sporgono e pungo

con fili di paglia il tuo viso....

dal libro Poesie di E. Montale - ed. Corriere della Sera

Nessun commento:

Posta un commento