lunedì 30 giugno 2008

Khaled Husseini


http://www.snoopy.com/comics/peanuts/fun_and_games/images/snoopy_march.gif

"Nei giorni e nelle settimane che seguirono Laila fece di tutto per consegnare alla memoria quanto era accadauto. Come un amante dell'arte che fugge da un museo in fiamme, afferrava tutto ciò che poteva - uno sguardo, un gemito, un sussurro - perché non andasse distrutto, perché potesse essere conservato. Ma non esistono fiamme più inesorabili di quelle del tempo e Laila alla fine non riuscì a salvare tutto. Qualcosa, però, le rimase:innanzitutto quella terribile fitta di dolore giù in basso."

Khaled Husseini, Mille splendidi soli

Nessun commento:

Posta un commento