mercoledì 4 giugno 2008

Khaled Hosseini


foto da www.giovannicertoma.it

"Ma Laila sapeva che il suo futuro non poteva competere con il passato dei fratelli. Le avevano fatto ombra da vivi, l'avrebbero cancellata da morti. La mamma era diventata la curatrice del museo della loro vita e lei, era una semplice visitatrice. Un ricettacolo per il loro mito. La pergamena su cu la mamma intendeva calligrafare la loro leggenda."
.....................
"Lei sapeva che non avrebbe mai lasciato nel suo cuore un segno pari a quello lasciato dai fratelli, perché il cuore della mamma era come una spiaggia dilavata, sulla quale le orme di Laila sarebbero state per sempre spazzate via dalle onde de suo dolore, che si gonfiavano e si frangevano, si gonfiavano e si frangevano.
....................

Khaled Hosseini, Mille splendidi soli

Nessun commento:

Posta un commento