domenica 29 giugno 2008

Due professori mitici!!! da www.giovannicertoma.it





DUE PROFESSORI MITICI!!!
Ecco il professore sulla porta: tuta ascellare, maglietta maniche corte, sempre pettinato e con il suo inseparabile panino. Entra in classe, tutti si alzano per salutarlo, ricambia e inizia a prendere in giro i suoi alunni. Quindi si mette a ballare e correre per la classe, intanto manda fuori qualche ragazzo e poi lo fa rientrare immediatamente.
MITICO IL PROF!
MITICO!
Procede con la titanica impresa di firmare il registro personale: ci mette dieci minuti ed esce fuori una calligrafia intraducibile, la capisce solo lui!Poi, tutto ad un tratto, muta la sua personalità, diventando il più serio di tutti, tanto che neppure un carabiniere gli farebbe un baffo!! Oggi deve spiegare geografia: il via della lezione è fissato alle ore 10.00.Terminata la spiegazione (ore 10.20), tutti gli alunni si alzano per applaudirlo, dal momento che, quando spiega sembra Berlusconi e lui, felice di sè stesso ride, ride e continua a ridere!!! CHE RIDERE!Suona la campanella, intervallooo!! Tutta la classe si alza, tranne lui che deve scartare il panino, considerato da lui come un gioiello! Lo azzanna e pronuncia a chiunque si avvicina testuali parole: “NON MI DEVI STRESSAREEE!!!”, ripetendolo ad oltranza.Finito l’intervallo e saziato lo stomaco, il professore decide di eseguire il lavoro “dell’ascolto musicale”.Chiudiamo tutti gli occhi e intanto il prof. fa partire canzoni vecchie che piacciono solo a lui! Terminato il brano, ci fa scrivere che cosa abbiamo immaginato, lo legge anonimamente e spesso s’immedesima nel personaggio, talvolta buffamente. Anche oggi sono finite le ore d’italiano, tutto frettoloso il nostro prof. di Lettere si prepara… perché lo stanno aspettando le pizzette del fornaio!! Prima di andare, con un sorriso splendente, ci rassicura: “VI LASCIO IN BUONE MANI”.
E’ infatti seguito dal professore di Ed.Tecnica che, con passo spedito, si avvia alla lavagna per illustrare il nuovo lavoro. Nelle sue ore ci fa divertire molto, grazie al suo accento calabro, alle battute insolite e soprattutto, ai suoi nomi inventati, come Luigina, Gilberto, Alberto e altri. Quando spiega si arrabbia facilmente, anche per poco, ma poi ritorna ad essere lo spiritosone di sempre!! Anche lui ha il “vizio” di mandare fuori gli alunni, ma solo per poco.Spesso ci porta i disegni dei suoi vecchi alunni, quelli più belli e colorati, che ci mostra con entusiasmo.Ecco, è proprio questa la 2^ N, dove il buon giorno lo si vede dal mattino! diLamarucciola Andrea - Alessandro Venosa2^ N - S.M.S. ”Luini - Falcone” Rozzano (MI)

Nessun commento:

Posta un commento