martedì 10 giugno 2008

Dimagrire nei punti giusti di Pierre Pallardy


Attenzione al centro di gravità

Il centro di gravità condiziona l'equilibrio del corpo. Verificate il vostro centro di gravità tramite il test del filo a piombo. In piedi, di profilo davanti allo specchio, prendete una cordicella alla quale avete attaccato un peso all'estremità; portatela a livello del mento, la cordicella deve sfiorare lo sterno (nelle donne il seno), l'ombelico e il pube.
Il centro di gravità deve trovarsi su questo asse, due dita sotto l'ombelico.
Se la cordicella tocca il ventre senza toccare lo sterno, significa che il centro di gravità è spostato in avanti. Se al contrario, la cordicella non tocca il ventre, il centro di gravità è spostato troppo indietro. Riposizionare il centro di gravità è semplice.
Cominciate subito: raddrizzatevi, allargate il petto, fate rientrae il ventre, chiudete leggermente i glutei.
Rifate il test del filo a piombo. La nuova immagine che vi rimanda lo specchio è positiva, e vi aiuterà a dimagrire.
Queste osservazioni preleminari hanno lo scopo di farvi comprendere l'importanza di visualizzare il vostro corpo durante il test dello specchio.
La prima certezza che vi chiedo di acquisire è quella dell'equilibrio nello spazio. Dovrete assicurarvi di non soffrire di iperlodosi o cifosi, che la colonna vertebrale sia diritta, che la nuca e il dorso siano posizionati correttamente e che tutte le articolazioni (spalle, gomiti, anche, ginocchia, caviglie, polsi) non siano bloccate. Se avete notato una leggere deviazione, non agitatevi, la perfezione non è di questo mondo, tutti noi abbiamo un viso asimmetrico, una spalla spostata rispetto all'altra, un seno più basso e più piccolo, un'anca più alta la cui gamba appare spostata (e non più corta come si è soliti pensare), un ginocchio più voluminoso.

dal libro Dimagrire nei punti giusti di Pierre Pallardy - ed. Piemme Pocket

Nessun commento:

Posta un commento