giovedì 8 maggio 2008

"SCUSA NEW YORK VADO DI CORSA” PRESENTATO IL LIBRO DI ADRIANO BERTON - articolo di G. Certomà


http://www.adrianoberton.com/ita/wp-content/uploads/2007/12/immagini8011.jpg

”SCUSA NEW YORK VADO DI CORSA” PRESENTATO IL LIBRO DI ADRIANO BERTON
di Giovanni Certomà


Dopo tanta carrozzina e fisioterapia il mio gioco era quello di camminare di nuovo. Sarebbe già stato tanto. Ci sono riuscito ma soprattutto dopo quasi trent’anni il mio sogno si è realizzato: il 6 novembre 2005 ho partecipato (e concluso in 6h00’56”) alla maratona più famosa del mondo. Ce l’ho fatta!”. Con queste parole Adriano Berton, presso il Marathon Village di Venezia, inizia la presentazione del suo libro che racchiude una storia sportiva ed umana di notevoli significati. Adriano il 5 agosto del 1976 fu vittima insieme al papà di un incidente stradale a seguito del quale il padre perse la vita e lui fu portato in ospedale con la gamba destra che si era spezzata di netto. Si era pensato di procedere all’amputazione ma il chirurgo che lo



http://www.adrianoberton.com/ita/wp-content/themes/tema-berton/images/copertina_small.jpg

accoglie, guardandolo negli occhi dice ”è un bimbo di nove anni”, non se la sente e decide di compiere un intervento che mai prima di allora era stato tentato: gliela vuole ”riattaccare”. L’operazione ha un esito positivo e da lì inizia per Adriano la rinascita che lo porterà a tentare anche di correre. La sua scommessa è mirabilmente raccontata in queste pagine nelle quali si possono ripercorrere i momenti di scoramento, ma soprattutto quelli dei piccoli traguardi quotidiani che piano piano lo spingono a porsi l’obiettivo di concludere una maratona. Adriano ci riesce e dopo estenuanti allenamenti riesce a portare a termine la sua maratona nel 2005, in quella classica che porta il nome di New York.

da http://www.giovannicertoma.it/

Nessun commento:

Posta un commento