giovedì 22 maggio 2008

I sonetti di W. Shakespeare


http://www.toocharger.com/img/graphiques/fonds_d_ecran/dessins_animes/diddl/diddl.52468.jpg

53

Che sostanza è la tua, di che sei fatto
se a mille ombre fantastiche sei centro?
Un'ombra sola ha ognuno a sé d'accanto
ma tu, pur uno, a ogni ombra ti cedi:
e se Adone si evoca, il ritratto
è come copia maldestra al tuo confronto,
o se si finga d'Elena l'immagine
luminosa, sei tu in greca foggia.
La primavera, il tempo del raccolto
appaion l'una ombra di tua bellezza,
l'altro , il frutto di tua misericordia:
ogni serena forma ti rivela.
Di ogni grazia visibile parteggi:
ma niuna arriva al cuore tuo fedele.

da I sonetti di W. Shakespeare - ed. Gr.Tascab.Econ.Newton

Nessun commento:

Posta un commento