lunedì 26 maggio 2008

Gladiatori locresi alla maratona di Roma 2007 - articolo di Giovanni Certomà



http://www.radioroccella.it/img/rifl115.jpg


GLADIATORI LOCRESI ALLA MARATONA DI ROMA 2007 -di Giovanni Certomà


Gianfranco Bertone 41 anni, 3h53’, Pasquale Marsiglia 60 anni, 3h56’, Fernando Gallo 42 anni, 3h58, Giuseppe Pileggi 42 anni e Domenico Rossetti di 41, 4h41’. In apparenza solo freddi numeri e nominativi che d’impatto non dicono nulla, e invece dietro ogni nome e numero si celano storie di passione e sacrificio provenienti da un territorio come la Locride, di profonda storia, cultura e sport. Legati dall’amicizia e dal comune obiettivo che li ha spinti ad iniziare con la corsa: DIMAGRIRE e tenersi in forma. E poi, come spesso accade, è nata quella passione sempre più travolgente che li ha portati, gradualmente, a cimentarsi in corse agonistiche. Iniziano a respirare l’aria frizzante e ad avvertire l’adrenalina nelle due corse su strada internazionali di 10 km che d’estate si svolgono in Calabria: la “Corrinsieme” e la “Corribianco”, organizzate dai fratelli Mimmo e Mario Carone, che sono riusciti a portare in Calabria l’elite del podismo mondiale. Poi passano, sempre in gruppo compatto, sulla distanza della mezza maratona partecipando alla mitica Roma – Ostia e all’half marathon di Cremona. Ormai la loro passione si è tramuta in voglia di compiere il grande passo: diventare maratoneti a tutti gli effetti. Non potevano che decidere di essere protagonisti alla più importante Maratona italiana e sesta europea per partecipanti (15000 – 2007), la 13^ edizione della Maratona della città di Roma, il 18 marzo scorso. E partono i sacrifici, le alzate mattutine, i lunghissimi che portano Gianfranco, Giuseppe, Domenico, Fernardo e Pasquale a scorrazzare lungo la costa dei Gelsomini, da Locri fino a Roccella Jonica, sfidando intemperie e soprattutto la scetticità di molti loro compaesani, che vedevano in quella loro impresa una sorta di follia irraggiungibile. E invece i cinque gladiatori sono riusciti, tutti e cinque, a tagliare il traguardo dei Fori Imperiali, coronando il loro grande sogno. Ma Roma non è la conclusione, bensì il trampolino di lancio per promuovere a Locri e in tutto il comprensorio della Locride il sacro fuoco di Olimpia come spiega Gianfranco Bertone: “Attualmente corriamo per l’Asi Crisal di Soverato, ma contiamo di costituire al più presto l’associazione sportiva PODISTI LOCRI e arruolare tanti giovani della Locride nel mondo dei podisti”.


Nessun commento:

Posta un commento