sabato 24 maggio 2008

Ero io sua ospite - o lui il mio di E. Dickinson


http://img89.imageshack.us/img89/7173/fotocieli138qq9.jpg

1721

Ero io sua ospite - o lui il mio,
fino a oggi
se lui avesse inviatato me
o io lui, non ero in grado di dire.

Così infinito il nostro rapporto
così intrinseca, di fatto,
l'equazione, come tra capsula
e guscio del seme.


dal libro Silenzi di E. Dickinson - ed.Univ.Econ.Feltrinelli

Nessun commento:

Posta un commento