sabato 17 maggio 2008

Cinque anni di bassa marea ha conosciuto il mare del tempo di J. Keats

Cinque anni di bassa marea ha conosciuto il mare del tempo,
E le ore lunghe han lasciato la sabbia scorrere invano
Da quando, preso nella ragnatela della tua bellezza,
Fui colto al laccio dal denudarsi della tua mano.
Pure, quando il cielo buio della notte guardo senza posa,
La ben ricordata luce dei tuoi occhi rivedo,
Nè posso guardar la tinta lieve della rosa
Senza che l'anima mia alla tua guancia voli.
Nessun fiore che sboccia riesco a guardare
Senza che il mio orecchio innamorato, al bersaglio teso
Delle tue labbra o d'un immaginario suono d'amore,
La tua dolcezza in un abbaglio dei sensi cominci a divorare
Eclissa ogni gioia il tuo ricordo, e di dolore
In ogni piacere neonato risuona un accordo.

dal libro Poesie - J. Keats - ed. Oscar Mondadori

Nessun commento:

Posta un commento