domenica 25 maggio 2008

6° Manuale delle Giovani Marmotte


http://www.papersera.net/immagini/cards/th/09.jpg

Un privilegi all'acqua e sapone

Eccovi un'informazione davvero stupefacente!
Poco più di un secolo fa, verso il 1850, i nostri antenati si dedicavano a questo esercizio solamente all'inizio della primavera, in piena estate e, qualche volta, al principio dell'inverno. Inoltre, questo esercizio (se così si può chiamare) era riservato soltanto alle famiglie economicamente più agiate.
L'esercizio in questione era semplicemente...fare il bagno in casa! Si, avete letto bene: fare il bagno! I nostri trisnonni, nel secolo scorso, lo facevano due o tre volte all'anno.
Per questo avvenimento eccezionale, veniva completamente svuotata dai mobili di una stanza e, di buon mattino, gli addetti di una ditta specializzata arrivavano con una specie di bagnarola, antenata delle nostre vasche.
La bagnarola veniva riempita con acqua molto calda, prodotta da una speciale caldaia montata su una carriola.
Una volta riempita la vasca, il primo a immergersi era il capofamiglia, seguito dalla moglie e dai figli. Per ultimo, il privilegio del bagno toccava anche al cane di casa, se c'era. Il costo dell'intera operazione era abbastanza alto. Un lusso proibito alle persone di condizione modesta e che invece a voi è permesso (e non dite purtroppo) addirittura quotidianamente!

dal 6° Manuale delle Giovani Marmotta - ed. Disney

Nessun commento:

Posta un commento