venerdì 28 marzo 2008

Mausoleo - A. Canova - Architettura neoclassica -




Il Canova progetta il Mausoleo che egli vuole diventi anche una chiesetta e una gipsoteca. Decorazione dell’architrave, pianta circolare, altare centrale, all’interno vi è la tomba del Canova.
Il mausoleo è stato donato da Canova stesso al comune di Possagna; inaugurato nel 1830.
Il Tempio si erge alto sull’abitato di Possagno con la sua candida mole che si staglia netta su di uno sfondo ancora verde: il turista che arriva a Possagno, da qualunque direzione provenga, lo vede solenne, sopra di un colle, ai piedi dei monti.
Nella imponente costruzione neoclassica, si distinguono tre elementi ispiratori: il colonnato dorico (che si richiama al Partenone di Atene), il corpo centrale (simile al Pantheon romano) e l’abside in posizione elevata come nelle antiche basiliche cristiane.
Tre parti che possono considerarsi simboli di tre età della storia: la civiltà greca, la civiltà latina e la solennità cristiana: alla Trinità è dedicato il Tempio che l’artista ha voluto come chiesa parrocchiale del suo paese.



Il Tempio di Possagno fu progettato da Antonio Canova (1757-1822) e disegnato da Pietro Bosio, con suggerimenti dell’architetto Antonio Selva. Canova pose la prima pietra l’11 luglio 1819 “Aveva deciso di spendere tutto il suo per la costruzione del Tempio e chiedeva ai Possagnesi soltanto la somministrazione di calce, mavieri (sassi) e sabbione, La popolazione offrì di lavorare di sera e di festa” (M. Rossi).
La cupola è divisa in sette file di 32 cassettoni ognuno con un rosone dorato al centro. L'occhio della cupola, chiave di volta della stessa, ha un diametro di 5,33 metri. A destra dell'entrata si trova la tela di Luca Giordano "Altare di S. Francesco di Paola". Ai lati vi sono metope del Canova che rappresentano la Creazione e la Spirazione dell'anima. Nella nicchia di sinistra è presente la Pietà che Canova modellò in gesso, ma che non riuscì a scolpire in marmo e venne poi fusa in bronzo da Bartolomeo Ferrari. Al centro dietro l'altare maggiore si trova il dipinto di Canova "Deposizione del Cristo dalla Croce". Nella nicchia di sinistra si trova la tomba in cui riposa Antonio Canova.

Nessun commento:

Posta un commento