domenica 9 marzo 2008

L'Angelo di R.M. Rilke


http://www.angelinet.com/images/scalaAngeliSpace.jpg

Con un cenno della fronte respinge
lungi da sé ogni vincolo, ogni limite
perché per il suo cuore passa alto e immenso il cielo
degli eventi che ricorrono eterni.

Nei fondi cieli scorge una folla di figure
che lo chiamano: riconosci, vieni -.
Ciò che ti pesa, perché lo sostengano,
non affidarlo alle sue mani lievi.

Verrebbero di notte a provarti nella lotta,
trascorrendo la casa come furie,
afferrandoti come per crearti
e strapparti alla forma che ti chiude.

dal libro Poesie di R.M. Rilke

Nessun commento:

Posta un commento